La Torre del Consorzio


Viene comunemente chiamata “La Torre” perché è questo l’elemento centrale che emerge dal bizzarro complesso architettonico, ed è spesso l’unico edificio che si può vedere nei giorni di nebbia.

Situata a Eskir di Ponente, la Torre è la sede del potere del Consorzio d’Alabastro. Non esistono planimetrie precise e note di questi edifici, perché le mappe vengono tenute segrete dai membri del Consorzio e dagli illustri ospiti che hanno avuto l’onore di entrare nella sede di questa famosa Istituzione Scientifica, sempre e solo su invito.

Schuiten - la Barbarie

Si dice che gli ospiti abbiano accesso solo alla sala del consiglio, ma molti hanno riferito di aver visto una delle scale alle quattro estremità, che dovrebbero portare o al piano superiore (che si dice sia stato abbandonato) o al piano sotterraneo, noto come l’ex-carcere, sebbene il suo uso non sia stato completamente interrotto. Altri confermano che oltre a queste scale di pietra, una rete di scalette di legno e passaggi interni permettano l’accesso a stanze segrete dove sono registrati scritti antichi e recenti che il Consorzio si sarebbe rifiutato di affidare agli Archivi Sospesi per tenerne al sicuro il contenuto.

Schuiten - La Tour (1977)

Si dice che nei giorni in cui il Consorzio convoca una riunione, la nebbia si estenda sull’edificio e non si sollevi fino a quando l’ultimo ospite non ha lasciato i locali.

Infine, la bonifica delle acque del fossato che circonda la Torre, che il Governo aveva deciso di svuotare per evitare il diffondersi di infezioni legate all’acqua ormai troppo usata, ha rivelato degli strani marchi, che le leggende popolari hanno subito attribuito a un violento vento di ponente che soffiava sugli intrusi che cercavano di entrare nella Torre; si dice che il vento, al suo passaggio, bruciasse letteralmente la vegetazione del luogo. Degli intrusi non restava mai traccia. Questo non ha mai fermato i curiosi.
Schuiten - la Tour (1977)

Gira voce che alcuni Alabaster dissidenti siano riusciti a rubare alcune immagini dall’interno della Torre. Quelle presentate in questa pagina sono le riproduzioni di tali immagini, che non sono mai state autenticate ufficialmente dai referenti del Consorzio.

Su richiesta dell’autore, questo articolo è presentato in forma anonima.

Contributo di un Maestro alchimista, alla ricerca di Crisopea.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

L'institution

Les Archives Suspendues

Falaises de la Mer de nuages

Régions aérées